Incontro-seminario all'avvicinamento, alla conoscenza e alla degustazione dell'olio Extra Vergine d’oliva.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Il presidente dell'associazione FeudoDiesi, Alfonso Sammartino, presenta l'incontro-Seminario.Il 25 e 27 marzo si è tenuto, presso il ristorante Maccalube di Aragona, un incontro-seminario all'avvicinamento, alla conoscenza e alla degustazione dell'olio ExtraVergine d’oliva. Organizzato per i soci dall'Associazione FeudoDiesi dalla cooperativa agricola AgriSana di Sciacca in provincia di Agrigento, all’evento hanno partecipato anche i soci della sezione ricreativa di Agrigento dell’ARCA Enel Sicilia, nonché semplici consumatori e cultori del mangiare sano. La cooperativa AgriSana è un’organizzazione di produttori Olivicoli che, grazie al sostegno dei suoi soci, opera per tutelare l'olivicoltura siciliana e la valorizzazione del prodotto extravergine d'oliva. Argomenti che si sposano perfettamente con i nostri obiettivi che sono cultura, salute e benessere oltre che turismo. E per parlare di benessere, si deve passare per forza dalla qualità in maniera responsabile migliorando l'impatto ambientale. Oggi con la cooperativa AgriSana abbiamo avuto la possibilità di conoscere, capire e infine apprezzare un prodotto presente quasi sempre nelle nostre tavole. Di cui facciamo un immenso uso ma che spesso non abbiamo idea da dove provenga, di come venga preparato, ma soprattutto se sia veramente di qualità e non abbia subito sofisticazioni. 

   

Il dottor Giuseppe Gallo di AgriSana ci ha dato una breve anticipazione di come è nata la cooperativa e del ruolo rilevante che ha avuto nell'aiutare gli agricoltori nell'aumentare la produzione (ottimizzando al meglio con l'utilizzo delle tecnologie a impatto zero) e la qualità dell'olio. Abbiamo avuto modo di vedere il video di presentazione della coop. AgriSana.


L'intervento del dott. Damiano LicataIl dottor Damiano Licata che lavora per l'Assessorato regionale dell'agricoltura, ci ha effettuato un breve corso sull'olio, delucidando tutte le fasi che intercorrono dalla raccolta alla spremitura. Affrontando tutti i rischi e pericoli che il prodotto corre se non viene trattato in modo adeguato. Pericoli che inevitabilmente se non vengono evitati ne compromettono irreversibilmente la qualità. Il Dottore ci ha spiegato gli elementi organolettici che l'olio deve possedere per rientrare nelle varie categorie. L' extravergine di oliva è il più conosciuto e quello qualitativamente più apprezzabile. Ma ne sono presenti diverse qualità e spesso sulle nostre tavole non riusciamo a riconoscerne la vera essenza. Per questo motivo la fine del corso è stata caratterizzata dalla degustazione di diversi oli, passando dalle varie qualità e a finire con alcuni tipi che non erano stati ben conservati (altro aspetto importantissimo che ci è stato ben spiegato) e avevano perso in parte o addirittura tutto il gusto che un olio deve avere. La vita è il bene più prezioso che abbiamo senza salute non possiamo apprezzarla e la salute di organismo dipendente da cosa esso si nutre il cibo a sua volta per essere costituito si avvale degli elementi della terra che se viene contaminata non potrà mai rilasciare prodotti "puliti". Ecco perché si parla anche di impatto ambientale che non può prescindere dalla responsabilità dei produttori. Speriamo di ritrovarci ancora in tanti nei prossimi eventi e di riuscire a sensibilizzare sempre più la popolazione a questi argomenti in modo da invertire la rotta che il mondo industriale sta percorrendo da anni.

© 2016 FeudoDiesi. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Search